5517B/M WindowPir HT

Rivelatore passivo di infrarossi a tenda bicanale

Questo apparecchio è un rivelatore volumetrico che rileva un intruso in movimento nell’area protetta captando la differenza di temperatura del bersaglio in movimento rispetto allo sfondo. La particolare lente a tenda rende WindowPir specificatamente adatto a proteggere volumetricamente varchi di accesso tipo porte e finestre anche quando sono aperte. WindowPir dispone di un ingresso per collegarvi un altro sensore via filo: ciò permette di ottenere la segnalazione del passaggio e la segnalazione dell’apertura dell’infisso relativo, quindi maggiore flessibilità di gestione del sistema e maggiore sicurezza a parità di costo.

Caratteristiche di impiego
Protezione contro l’attraversamento di varchi fino a 2x6 m circa + ingresso per altro sensore passivo.

Caratteristiche di installazione
L’assenza di vincoli di cablaggio favorisce il posizionamento corretto, che è fondamentale per il buon funzionamento di questi apparecchi. WindowPir si fissa allo stipite di un infisso, rivolto verso l’area di transito. Porre attenzione alle regolazioni, che devono essere adeguate all’ambiente da proteggere (Sensibilità PIR - Esclusione antiasportazione).

Dimensioni (h×l×p)
135,5×31×27,5 mm

Peso
0,12 Kg

Classe ambientale
2 - Interno

Box
ABS

Alimentazione
Pila alcalina 9V tipo GP1604A o equivalente, che consente una autonomia di circa due anni con un utilizzo normale. L’autonomia diminuisce anche sensibilmente in aree molto frequentate.

Autoprotezione
Segnalazione dell’apertura dell’apparecchio e del suo distacco dal muro.

Trasmissione radio
Doppia frequenza contemporanea DualBand a norma di legge UE. Portata adeguata all’impiego.

Controllo e test
Si ha conferma led della rilevazione ad ogni movimento umano. Con sistema operativo il test avviene provocando un allarme e verificandone la ricezione in centrale.

Segnalazioni locali e soluzioni estetiche
Come da sensore di apertura porte/finestre (5515B/M - Pag. 25)

Funzionamento
L’apparecchio deve essere regolato alla sensibilità minima, sufficiente a rilevare una persona che attraversa il varco. Per ridurre il consumo di corrente esso va in blocco dopo un allarme e riprende a rilevare soltanto a seguito di assenza di movimento nei dintorni per alcuni minuti. Particolari posizionamenti e regolazioni consentono di evitare la rilevazione di piccoli animali, riducendo la protezione: per sicurezza si consiglia comunque di evitare la presenza di animali nei locali protetti. Eventuali sensori collegati all’ingresso disponibile sono gestiti in modo autonomo: l’ingresso dispone di conteggio di impulsi veloci e proprio codice di allarme, quindi viene riconosciuto dalla centrale in modo indipendente dalla protezione volumetrica.

Oltre all’allarme intrusione gli apparecchi segnalano la manomissione al verificarsi dell’evento; lo stato di esistenza in vita (supervisione) ed eventuale pila scarica ogni 40 minuti: la centrale evidenzia queste segnalazioni a seguito di un inserimento e/o disinserimento.

Accessori 5961 snodo universale
Questo accessorio è utilizzabile qualora si debba necessariamente orientare i rivelatori volumetrici.
Attenzione: salvo artifizi installativi, utilizzando lo snodo si perde la protezione antiasportazione. Date le caratteristiche degli apparecchi presentati e la flessibilità dell’installazione senza fili l’utilizzo dello snodo è sconsigliato ai fini della sicurezza del sistema.